Bitolz: I nostri Spettacoli

La proposta di Edoardo Fiorini e dei Bitòlz si divide in due offerte differenziate tra loro principalmente per l’intensità e la potenza dei supporti audiovisivi impiegati.

Abbiamo pensato di differenziare la nostra offerta che, come base comune, contempla lo stesso repertorio musicale in considerazione delle diverse location dove ci potrebbe venire offerto di esibirci. “Senti el Beat” è così uno spettacolo completo per teatri e spazi all’aperto. “I mè Beatles” per teatrini e ritrovi a spazio più contenuto.

Le due formule rispondono naturalmente anche a un diverso costo che comunque non riusciremo a preventivare prima di conoscere esattamente le esigenze dell’organizattore.

Per la nostra necessità di avere una relazione diretta con il pubblico non aderiamo ad offerte di performance in locali pubblici e ristoranti dove la platea è più banchettante che spettatrice.

 

SENTI EL BEAT

“Senti el Beat” è la canzone che apre lo spettacolo. È dedicata al ricordo di quell’incontro tra giovani milanesi e i Beatles, al velodromo Vigorelli. Questo brano è commentato da immagini di una Milano d’allora - in bianco e nero - e dagli spezzoni di un filmato inedito di quel giorno indimenticabile.

È questa la prima delle venticinque canzoni presentate nel corso dello spettacolo e cantate, recitate e commentate da immagini statiche e in movimento. Lo spettacolo prende appunto l’avvio dalla visita dei Beatles a Milano per snodarsi poi nei  diversi temi affrontati dai Fab Four nella decina di anni che hanno caratterizzato la loro carriera sotto i  marchi  dell’amore, del sociale e dei cambiamenti del costume.  

Lo spettatore che a suo tempo aveva l’età per assistere al concerto dei Beatles a Milano rivivrà quei momenti con tanto piacere la storia di Angelo da Seregno, un personaggio che vive a metà tra la realtà e l’immaginario.

L’Angelo reale porta il cognome “Farina” ed oggi è un eclettico e brillante architetto.

Quarantacinque anni fa era uno “sbarbatello” con due grandi passioni: la fotografia e i Beatles.

Quel magico 24 giugno del 1965 fu tra i pochi a filmare il concerto dei Beatles al velodromo Vigorelli di Milano.

Quando 40 anni dopo decidemmo di fare un tributo commemorativo a quel unico evento, scrivendo un libro con la raccolta dei ricordi dei ragazzi d’allora, ci concesse generosamente il suo film e le sue esperienze di ragazzo di provincia, esattamente come John, Paul, George e Ringo.

Come i “Fab Four” anche Angelo aveva nutrito una sorta di soggezione verso la grande città, condividendo con i Beatles lo spirito di rivalsa sostenuto dal desiderio di affermarsi proprio in quel territorio apparentemente così ostile.

Nel nostro CD abbiamo voluto raccontare, naturalmente alla nostra maniera, la storia di Angelo Farina.

Ci siamo divertiti a farlo ricordandogli però, nel finale, che Milano è la città delle grandi opportunità e che, come recita l’antico proverbio “Chi el gira el coo a Milan el gira el coo al pan!”.

Nel CD, Milano si muove nei luoghi e tra le persone di oggi e di cinquant’anni fa:

  • Porta Ticinese
  • La Montagnetta di San Siro
  • Piazza Bausan
  • La stazione di Lambrate, etc….

Il moto della città è dettato dalle musiche dei Beatles, arrangiate dal trio acustico dei “Bitòlz” = Fisarmonica, chitarra e contrabbasso, ensemble sonoro capace di conciliare melodie Beat con testi meneghini.

 chitarra, contrabbasso , fisarmonica e percussioni…perché in quegli anni Milano era anche fortemente caratterizzata dalla presenza musico-caberettisti che impiegavano questo tipo di formazione musicale.

Un’ora e mezzo di divertimento, nostalgia e aggregazione corale

 

I MÈ BEATLES

È tratto dall’omonimo CD. Racconta la storia  di Angelo da Seregno, un personaggio che vive a metà tra la realtà e l’immaginario.

L’Angelo reale porta il cognome “Farina” ed oggi è un eclettico e brillante architetto.

Cinquant’anni fa era uno “sbarbatello” con due grandi passioni: la fotografia e i Beatles.

Quel magico 24 giugno del 1965 fu tra i pochi a filmare il concerto dei Beatles al velodromo Vigorelli di Milano.

Come i “Fab Four” anche Angelo aveva nutrito una sorta di soggezione verso la grande città, condividendo con i Beatles lo spirito di rivalsa sostenuto dal desiderio di affermarsi proprio in quel territorio apparentemente così ostile.

In questo spettacolo raccontiamo, naturalmente alla nostra maniera, la storia di Angelo Farina.

Ci divertiamo a farlo ricordandogli però, nel finale, che Milano è la città delle grandi opportunità e che, come recita l’antico proverbio “Chi el gira el coo a Milan el gira el coo al pan!”.

Nella nostra performance Milano si muove tra luoghi e persone di oggi e di cinquant’anni fa:

  • Porta Ticinese
  • La Montagnetta di San Siro
  • Piazza Bausan
  • La stazione di Lambrate, etc….

Il moto della città è dettato dalle musiche dei Beatles, arrangiate dal quartetto acustico dei “Bitòlz” = Fisarmonica, chitarra, contrabbasso e percussioni, ensemble sonoro capace di conciliare melodie Beat con testi meneghini.

Gli appuntamenti con noi

Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31